Intervista Exlusiva di Wyck Godfrey

Intervista Exlusiva di Wyck Godfrey per www.hitfix.com.

150px-WyckGodgreyEsclusiva: Wyck Godfrey, produttore di Twilight parla di New Moon, Eclipse e Breaking Dawn

Scoop sul futuro della saga e dal set di New Moon.

La prima volta che incontrai il produttore Wych Godfrey era una tranquilla serata primaverile, più di un anno fa, in una tranquilla cittadina fuori Portland, Oregon. Twilight era nel bel mezzo della produzione e io sono stato abbastanza fortunato ad avere l’invito per visitare il set per una veloce nottata di interviste. Wyck aveva enormi aspettative per l’adattamento cinematografico della popolare serie di Stephenie Meyer, ma il risultato del film non era quello che lui e tutti gli altri si aspettavano.

(Forse, nei suo sogni più profondi…)

Tornando in dietro allo scorso maggio quando io ho partecipato assieme ad un selezionatissimo gruppo di giornalisti alla visita del set del sequel di Twilight, New Moon, non è cambiato molto. Wyck era amichevole come non mai e non ha usato mezzi termini quando abbiamo parlato di New Moon e Eclipse o del chiacchieratissimo Breaking Dawn. Sotto un breve riassunto di cosa ha detto – esclusivamente solo su HitFiz.

  • -Perché la produzione ha deciso di girare a Montepulciano invece di Volterra, Italia.
  • -I casting per gli attori e registi dei nuovi film
  • -Ci saranno comparse di personaggi celebri in New Moon?
  • -La scelta di Dakota Fanning nel ruolo di Jane.
  • -Qunatificazione del coivolgimentodella scrittrice Stephenie Meyer nei film
  • -Perché David Slade è stato scelto per dirigere Eclipse.
  • -Le difficoltà nell’adattare Breaking Dawn al grande schermo

Per leggere la prima parte dell’intervista a Wyck Godfrey guardate il report di Rotten Tomatoes. Qui la seconda metà della conversazione su cui si basano i punti segnati nella lista precedente.

Q: Il film è stato più ricco d’azione per gli attori in particolare per Kristen?

Ci sono certe cose che Kristen ha dovuto fare ma con cui non si sentiva a proprio agio e penso sia stato un bene perché fa sembrare Bella non a suo agio con quelle cose. L’altro giorno abbiamo fatto saltare Kristen da una torre contro uno schermo verde per poi montare la scena in cui salta. Abbiamo un sacco di scene sott’acqua, sai, quando lei sta annegando e altre cose che ha dovuto fare, che sono nuove per lei. Penso che ci siano cose in cui lei va oltre come attrice come Bella spinge oltre se stessa come personaggio. Così quando vedi l’espressione di Kristen ti dici, si questo è come sarebbe Bella.

Q: State già guardando avanti a quando girerete in Italia? Avete già esplorato tutto?

Esplorato tutto. Abbiamo già scelto la location, andremmo alla fine del mese e, come avete già visto voi ragazzi all’interno, faremo la parte esterna dove voi penserete: “Oh mio Dio, lei è dovuta uscire da Forks e andare dove per una teenager sarebbe la fine del mondo per fermare Edward dal suicidio.”

Q: Quand’è che avete deciso di girare a Montepulciano invece che a Volterra, Italia? 

Bè è una cosa interessante perché ultimamente Stephenie non ha più visitato l’Italia dopo che ha scritto i libri, no? E’ come se le sue ricerche fossero state fatte solo online. E quello che noi abbiamo fatto in qualità di produttori…ok sapevamo di cosa avevamo bisogno per il film. Una bella piazza, un folto gruppo di persone in mezzo, un campanile che si potesse vedere. Doveva sembrare come meravigliosamente epico, tutti quei motivi per cui abbiamo aspettato per l’intero film che lei tornasse da Edward e volevamo che fosse fantastico. Così abbiamo fatto un viaggio, abbiamo visitato circa 12 paesi differenti della Toscana e siamo letteralmente andati di piazza in piazza…ciascuno di questi piccoli paesi aveva una bella piazza con una chiesa e un campanile e tutto il resto e sostanzialmente abbiamo trovato quella che ci sembrava meglio in termini di atmosfera, sai quello che intendo. E siamo andati, tutto qui. E’ fantastico. A volte si trattava della simmetria della piazza. C’è sempre qualcosa in un paese che ti piace e dici ‘mi piace, mi piace, mi piace. Ahh quello non va capisci? Così abbiamo scelto Montepulciano,  ci siamo detti ‘Fantastico, funziona. E’ perfetta’.

Q: Bene consideriamo un problema che avete avuto per il primo film ma che probabilmente non avete avuto qui in un set chiuso a Vancouver. Ricordo che eravamo sul set in Oregon e c’erano fan ovunque dietro l’angolo pronte a vedere tutte le scene. Ora andate in Italia in una piazza grande. Siete preoccupati? 

Certamente sarà un problema. Intendo dire che è la stessa cosa ovunque. Ovunque giriamo ci saranno fan che verranno a curiosare, ma ho visto che i fan di Twilight sono fan che ci supportano. Cioè loro vengono li, ma vogliono solo vedere cosa stai facendo o no ma capiscono che essere distruttivi non aiuterà il film, la nostra speranza è che anche il pubblico europeo sia lo stesso. 

Q: Quant’è aumentato il caos da quando avete iniziato a girare l’ultimo film? E’ più intenso per questo film? 

A quanto pare questo ragazzo Rob Pattinson è diventato una grande celebrità.

Q: Chi? (Risate) 

E’ diventato una celebrità più di quanto lo era l’anno scorso quando stava girando il primo film. E’ ancora un ragazzo indisciplinato. E’ solo pervaso. Penso che la parte più dura sia per gli attori perché le loro vite non sono più le vite di una volta. Capisci? E’ difficile per loro camminare in giro per la strada e comperarsi un hamburger perché le persone li conoscono di più. Li noti per strada. Mentre eravamo in Oregon, non li avrebbero mai notati per strada perché il film non era ancora uscito, così non so. E’ una cosa secolare per gli attori famosi. Più famosi diventano più persone sanno chi sono.

Q: E con internet, le persone sono in grado di vedere dove sta camminando a Vancouver

 Si è come. Boom, boom, boom. 

Q: Ci sono persone che aspettano fuori tutto il giorno e tutti i giorni? 

No, cioè non qui sul set ma molti dei posti dove giriamo abbiamo un certo spazio, ma al di fuori le persone possono fermarsi e noi possiamo solo muoverci all’interno di quest’area abbastanza lontana da loro e loro ovviamente non possono entrare e non possono farci del male.

Q: Vieni mai riconosciuto dai fan? Ti hanno visto. 

Molto, molto raramente. Adesso e allora sento dire: ‘Aspetta l’ho visto in un DVD.’ C’è una ragione per cui ho scelto di stare dietro a una telecamera invece che davanti. Preferisco la mia anonimità. 

Q: Dopo New Moon lavorerete così tanto che vedremo i film in sequenza – sia Eclipse che Breaking Dawn, che genere di ragionamenti avete dovuto fare per scegliere un personaggio o decidere come sarebbe stato un altro personaggio? 

E’ interessante. Devi pensare che alcuni ruoli che ora sono piccoli poi diventeranno grandi. Come sempre ti trovi a dire: ‘Okay, lui è perfetto ora ma poi come crescerà in Eclipse? Allora il casting diventa un grosso problema. A volte bisogna assicurarsi di avere scelto anche la location giusta che se tra quattro mesi torni sei sicuro che te la lasceranno ancora usare e la potrai usare anche tra un anno. Così diventa parte della conversazione. Sei con gli agenti, con gli attori, con le persone che hanno la casa che provi ad avere, e dici okay questa non è l’unica opzione che abbiamo. Dovete sapere che la vostra casa diventerà meta per turisti se ci permetterete di girare il film.

 Q: Avete rinchiuso tutti i membri del cast per quattro film per completare l’intera saga in caso anche il quarto film venga fatto cosa che io penso accadrà?  

Dipende da caso a caso. Idealmente lasci liberi tutti nelle proprie scelte durante la lavorazione della serie e poi caso per caso tutti prima o poi ci sarà quello che dirà che può fare il prossimo film ma non il quarto perché ha uno show o qualcos’altro, ma si torna indietro e si combatterà quella battaglia dopo. 

Q: Solo per curiosità, con questo film e il prossimo Eclipse ti sei sorpreso che dopo tutto c’erano registi che stavano facendo campagne pubbliche per avere quel ruolo come Drew Barrymore che fa una campagna pubblica per dirigerlo o sei stato sorpreso da qualche attore che ti ha chiesto di essere nel sequel?

Sono stato coinvolto per un anno e mezzo quasi due e ormai niente mi sorprende per quanto riguarda questo lavoro. Mi sorprenderebbe se Steven Spielberg dicesse: ‘ Mia figlia lo adora e vorrei dirigerlo.’ E’ una di quelle cose dove uno ha figlie, persone che hanno mogli e madri. E’ arrivato tutto così all’improvviso è come una di quelle cose in cui le persone vogliono prendere parte. Intendo dire che abbiamo avuto alcuni casi in cui avevamo attrici che semplicemente volevano farlo perché erano fan dei libri, non perché i loro agenti gli avevano mandato a caso la sceneggiatura e  loro abbiano detto: ‘E’ un bel ruolo, mi piacerebbe farlo.’ 

Q: Alcuni lavori come ‘Star Trek,’ ad esempio, sono famosi per aver inserito dei camei di personaggi famosi. Ora che Twilight è diventato così famoso e avete così tanti fan di Hollywood, pensi che potrebbe accadere per uno dei prossimi film? 

 Be tu eri sul set presto, giusto? Hai notato Julia Roberts? (risate) Lei è un extra che sta la fuori. Mi è sempre piaciuto lavorare con persone che volevano entrare in un mondo e non essere distratte da casting stratosferici. Preferisco il genere…mettiamo il miglior attore nel suo ruolo, non la star del reality della TV o chiunque altro. Vogliamo mettere bravi attori nel ruolo e lasciarli che diventino il personaggio di cui le persone hanno letto nei libri e di cui si sono innamorate. A volte penso che se mettiamo qualcosa di finto, le persone lo noteranno e per quel secondo in cui apparirà, le persone se ne andranno e diranno ai loro amici, è così e così secondo me non andar a vederlo. Così non so. Non metteremo mai consciamente delle star nel film. 

Q: A proposito di questo, ci ha un po’ sorpresi la scelta di Dakota Fanning perché lei era già famosa soprattutto alla sua età. C’era qualche trepidazione che lei potesse essere distratta dal fatto che è così famosa e le è stato dato un ruolo così piccolo?

Be le cose stanno così per molti siti web che chiedevano chi fosse la più adatta al ruolo di Jane lei era sempre al primo posto. Così pensi che sia la scelta giusta, non importa quanto grande o piccolo sia il nome di una persona. Intendo dire che se Jane fosse stata un travestito di 35 anni avresti trovato alquanto bizzarra la scelta di mettere Dakota Fanning in quel ruolo, ma fortunatamente è stata la scelta giusta. Siamo felici che sia lei…e anche, lei è una fan dei libri. Lei era interessata e ha reso tutto più facile nel trovare qualcuno della sua altezza. 

Q: Sembra che non importi chi scegli se Stephenie ha designato quella persona o dia l’okay nel suo blog, i fan generalmente accettano chi c’è.

Si e no. Per noi è importante avere l’approvazione di Stephenie. Ha inventato i personaggi, ma i fan hanno fatto loro questi libri in un certo senso. E lei è la prima a dire che i fan vogliano quello che vogliono, capisci? E’ qualcosa che ci aiuta, ma non un imperativo.

Q: Ha inciso molto la sua scelta su chi doveva avere quel determinato ruolo? Ha voluto lei che Taylor continuasse?

Se conta quello che lei dice? Non saprei quantificare. Certamente lei ha la sua opinione su chi e cosa vorrebbe e molte volte le diciamo cosa pensiamo sia giusto e la maggior parte delle volte lei ci ha detto: ‘Si, sono d’accordo ’ Non è mai successo che chiamasse e dicesse ‘Ho un mio amico o conosco qualcuno che deve essere quel personaggio.’ Di solito è andato tutto in altro modo, in termini che noi presentavamo le persone giuste per quel ruolo o la giusta ragazza per quel ruolo e lei allora: ‘Ok fatemi vedere, ok mi piace’. 

Q: A proposito di tutti quelli che stavano gareggiando per la posizione di regista di Eclipse, perché è stato scelto David Slade? Quale magia pensi farà? 

Era il nostro favorito. Ultimamente lui aveva, per me e chi ha preso la decisione, lui aveva ottenuto delle performance incredibili da una giovane attrice, sai, un’attrice sconosciuta e lui aveva fatto un film in cui mostrava il punto di vista di una donna e in oltre ha dimostrato di avere un grnade talento da regista. Così, la combinazione del aver ottenuto quella fantastica performance di Ellen Page in Hard Candy e il modo di affascinare, ovviamente è più dark di Eclipse, ma farà rimanere incollati alla poltrona per tutto il film. E poi in ’30 days of night’ c’era uno stile nelle sue scene d’azione che abbiamo pensato che era perfetto, è un neonato. 

Q: Quale pensi sarà la sfida più ardua nell’adattamento di Breaking Dawn? 

Fammi pensare. C’è questo piccolo personaggio, questo giovane personaggio nel libro che penso sarà molto dura da… 

Q: Forse Reneesme? 

Penso che sarà la sfida più grande.

Q: O la scena della sua nascita sarà un po’ grafica. Intendo che sarà ritoccata col PC.

Mia moglie è ginecologa-ostetrica ha detto che è un buon modo per far uscire un bambino…aprirti la via a morsi. Sarà eccitante. Se hai letto tutti i libri capirai che sarà una sfida. Sarà più di una sfida perché dovrà essere qualcosa che non faccia uscire le persone dal cinema perché hanno visto anche troppo. 

Q: L’idea della cosa del bambino…si può essere una sfida.

Non so. Per me, non lo so. E’ una cosa concettuale che fa parte della mitologia che farà pensare le persone: ‘Quella è un’idea veramente bella.’ Certamente è già sistemata in Eclipse, sai, con Claire ed è qualcosa di cui non mi sono mai preoccupato veramente, perché è presentata in un modo…inizia come una cosa platonica e protettiva che evolve in amicizia e secondo me è una delle cose più belle della serie, l’imprinting solo come idea di trovare quella persona che sovrasta tutte le altre decisioni prese coscientemente e hai questo imprint che diventa il centro dell’universo. Penso che sia una bella cosa. 

Q: Solo per conferma. Breaking Dawn non è ancora stato confermato? 

No.

Q: Lo farete. 

Non possiamo ancora parlarne. E’ la mia unica colpa. 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: